moon painting movie

some details of a painting made in Liége, Belgium, in a restaurant, a work that costed me pain, time, skills,

desire for spells to have it made in time, no time to have it ready, and finally be late but finish anyway,

then believe in it then don’t believe in it then love it and more than that, try and find the blue,

draw them all, paint them all,feel the trees, find the way the bats fly,

try and convey the sensation of the depth of the night’s blue

and feel the desire to show it to you now that it has left the house and lives its own life

10 thoughts on “moon painting movie

  1. admin Post author

    Hello,
    it is with pleasure that I would read some information about your gallery in New York and the promotional services of yours.
    I’ll send you an e-mail, so that you will have the address to send them to.
    Cheers,
    Alberto

  2. Antoine

    Je me doutais que la pleine lune avait sur toi d’ étranges effets…En voici la preuve !!!
    Et c’ est beau ! Bravo !
    A bientôt. Antoine

  3. Renato

    Ti chiamavamo Albertino, ma non è questione di dimensioni fisiche se adesso ti dico che sei grande: Il dipinto è sogno, tristezza, fantasia, poesia…….è l’Armonia evocata nel film “Il concerto” sublimata nella musica di Tchaikovsky che sembra aleggiare fra le note dipinte nel tuo quadro.

  4. caterina b.s.

    Fa sognare.
    E’ ben radicata al suolo, ma poi ci sono le persone, c’è la vita, la fantasia e un cielo infinito.
    Se non sbaglio, ti piacciono Brueghel e Hyeronimus Bosch.
    Veramente molto bello, complimenti.

  5. Mariola

    Un quadro che parla e ti porta a staccarti dal quotidiano e ti accoglie lontano oltre la foresta, i sogni, l’ immenso blu verso una luce non descritta …ognuno la sua.
    Bravo Alberto, spero che questa opera sia apprezzata da molti e che ad ognuno possa dire qualcosa come a me.

  6. Piero Taccheo

    Un’opera degna dei grandi affreschi ed arazzi del passato. E’ molto bella ed è anche interessante che un’artista riesca ancora ad esprimersi con queste dimensioni e voglia . appunto come una volta, raccontare una “storia” cioè esprimersi per comunicare le sue idee e sensazioni a più persone e contemporaneamntre ( gli avventori del locale) e non uno alla volta cioè al singolo spettatore che guarda il suo quadro. Altrettanto interessante è vedere l’attualità del “mecenatismo” dei ristoratori : pitture in cambio di ……………cucina (italiana!: maccheroni) spero per un adeguato periodo.
    Ho ricevuto ora il link da tuo zio Angelo. Mi riservo di navigare sul tuo sito, con molto interesse.
    Complimenti ancora e buona fortuna. Manderò questa comunicazione ai miei amici.
    Piero

  7. alberto sebastiani

    la peinture visible dans ce montage se trouve dans le restaurant “TRATTORIA MACCHERONI” à Liége, la musique que j’ai empruntée se trouve dans “Diario Mali” de ludovico einaudi et ballaké sissoko

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *